Pan

Diario di Avel - Il Lancio dell'halfling

Day 1: 21 Alta Primavera

Ho perso tutto. Ma è proprio quando perdi tutto che puoi iniziare qualcosa di nuovo.
Questa volta… Questa volta, però, sarò io a scegliere quale strada intraprendere; essere un bardo a bordo di una nave mi è sempre piaciuto, certo, ma mi sentivo intrappolato tra i barili di rum e lo scricchiolare delle assi sul ponte. Ho bisogno di un po’ d’aria.

Prima di ritornare in mare, il mio maestro mi disse: “Che tu possa avere sempre il vento in poppa, che il sole ti risplenda in viso e che il vento del destino ti porti in alto a danzare con le stelle”. È il vento che mi ha spinto a lasciare la baia dov’ero naufragato e a seguire le indicazioni per Munamak, porto commerciale che una volta avevo visto dal parapetto della nave, mentre il mio capitano scambiava merci a terra.

A quanto pare, oggi è giorno di festa: c’è una fiera tra il centro città e il porto. Non disponendo di molto denaro, decido di mettermi in fila per partecipare al “Lancio dell’Halfling”. Non che abbia qualcosa contro gli halfling, ma sembra divertente.
Il gioco consiste nel lanciare il povero halfling dentro un barile di birra posto a una distanza di 200 piedi: se si riesce si vince il barile. O almeno, sarebbe divertente se a pararsi davanti a me non ci fosse un tiefling grassone e puzzolente… Ma cos’è che gli esce della tasche? Sembrerebbero lische di pesce o… Non voglio saperlo, spero solo che non intralci la mia strada.

Le ultime parole famose. Il gioco si svolge a squadre di tre, e guarda caso mi ritrovo proprio con lui e una specie di amazzone. Interessante, devo ammetterlo, non mi era mai capitato di incontrarne una (non che incontrassi molte persone per mare). Il primo tiro viene assegnato al tiefling che inizia una discussione con l’halfling (figurati). Sembra ci sia un equivoco e che questo halfling non c’entri nulla con la gara, ma riusciamo a convincerlo a partecipare in cambio di una parte del premio. Per fortuna, e grazie ad un impercettibile suono che emetto al momento del lancio, il tiefling non riesce a centrare il barile ed è il mio turno. Un lancio perfetto, il barile è nostro. Tra gli sguardi non proprio amichevoli degli altri concorrenti, ci allontaniamo in cerca di un posto tranquillo per festeggiare.

Comments

MAle121

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.